Conferenze dei servizi

La conferenza dei servizi è un meccanismo ideato dal legislatore per semplificare l’azione di un’amministrazione attraverso l’esame contestuale dei vari interessi pubblici coinvolti in un procedimento amministrativo. È indetta quando l’inerzia di uno o più enti rischia di impedire l’adozione di un atto formale; in sostanza di fronte a un impasse di un ente, l’amministrazione promotrice convoca la conferenza per tentare di attuare il provvedimento, verificando le eventuali criticità.

La disciplina è contenuta nella legge n. 241/1990 (e con le relative modifiche apportate dalla legge n. 15/2005). Di norma la conferenza è convocata dall’amministrazione procedente o da quella che cura l’interesse prevalente laddove ritenga opportuno esaminare allo stesso tempo i vari interessi coinvolti in uno o in più procedimenti riguardanti le stesse attività – si parla in quest’ultimo caso di conferenza di servizi istruttoria – o anche quando si devono acquisire intese, concerti, nullaosta o assensi da parte di altre amministrazioni e non li si ottengono entro 45 giorni una volta avanzata la richiesta.

Conferenze in corso

Conferenze concluse